Scrivere per il web VS scrittura su carta stampata: analogie e differenze

Scrivere per il web VS scrittura su carta stampata: analogie e differenze

  • Blog
  • Letto 963 volte

Che differenza c'è tra la scrittura sul web (blog, newsletter, social) e la scrittura tradizionale? Ci sono delle analogie?

seo-come-usare-tag-h1-h2-h3-e1479109916124.jpg

Prima dell’avvento di internet si leggeva sui libri, sulle riviste, sui quotidiani. Le parole venivano stampate su carta e distribuite alla vecchia maniera. Con l’avvento di internet le cose sono cambiate e il web ci offre molti più “spazi” dove poter scrivere: siti web, blog, email, banner pubblicitari, social. La cosa figa è che oggigiorno possiamo leggere tutto questo materiale non solo da pc ma anche da TV, smartphone, tablet. Siamo letteralmente bombardati dalle informazioni, e siamo felici di esserlo.

Scrivere per il web è uguale a un qualsiasi altro tipo di scrittura?

Se siete degli scrittori probabilmente vi sarete chiesti cosa c’è di così speciale nello scrivere per il web. Le parole sono parole dopotutto; se un testo è scritto bene, il mezzo non dovrebbe fare la differenza. C’è del vero in questa affermazione. È ovvio che gli elementi di base della buona scrittura sono gli stessi: una buona grammatica, un buon lessico e una buona idea aiutano il lettore ad arrivare al termine del testo. Ma non basta.

Perché scrivere per il web è diverso dalla scrittura tradizionale?

È indubbio che la scrittura sul web differisce e di parecchio rispetto alla scrittura di un libro.

Ecco perchè:


La soglia di attenzione del lettore

Un lettore on line è sempre meno propenso a leggere testi particolarmente lunghi. Se vi aspettate che un lettore medio continui a scrollare la pagina per continuare a leggere vi sbagliate; il tipico lettore arriva a leggere solo “above the fold” cioè il testo compreso nella schermata che l’occhio riesce a delimitare. Nessuno scroll, nessun “continua a leggere”


Tutto e subito: la piramide rovesciata

Se un utente ha la fortuna di arrivare sul vostro sito sta cercando una risposta a una sua domanda. Che sia una ricerca, un tutorial o un file lo vuole ora e subito. Se quindi l’informazione non viene data in quel preciso istante ecco che l’utente lascia il vostro sito web per un altro che sicuramente gli darà l’informazione cercata in meno tempo. Purtroppo sul web non esiste il concetto della “pazienza”. Nessuna attesa e nessuna fatica: questo vogliono gli internauti. E in questo che la scrittura classica si differenzia dalla scrittura sul web. Mentre in un romanzo siamo abituali a scoprire l’assassino durante le ultime pagine del racconto, sul web lo dobbiamo dire subito, magari già nel titolo.

In termini giornalistici questa tecnica è chiamata piramide rovesciata. Inseriamo la notizia più importante nel primo paragrafo dell’articolo (le classiche 5W) e man mano che scendiamo di paragrafi, scriviamo dettagli importanti ma sempre più generici. L’utente che arriverà a leggere solo il primo paragrafo troverà l’informazione cercata, tutti gli altri che hanno avuto il tempo di arrivare in fondo verranno premiati con informazioni dettagliate.

Imparate usare i tag html

Se scrivete sul web non potete prescindere hai tag html. Ricordate, <h1> per i titoli, <h2> e <h3> per i paragrafi (qui un articolo esauriente in merito). E non dimenticate di usate qui un articolo esauriente in merito (meglio se non ottimizzate).

I veri lettori non esistono

Mentre chi acquista un giornale cartaceo si può definire lettore di quel giornale, nel web le cose cambiano. A meno di pochissimi esempi di lettori affezionati a determinati blog, l’utente arriva a un determinato sito perchè ha bisogno di quella informazione. Una volta che la sua curiosità viene appagata, probabilmente si dimenticherà di quella fonte. Triste, vero?

Ho racchiuso questo articolo e molti altri in un ebook dal titolo . L'ebook spiega la sostanziale differenza tra la scrittura tradizionale e quella sul web e affronta le tematiche fondamentali per un buon posizionamento di un sito sul web. Per scaricare l'ebook clicca qui.

Contattami


contattami.png

Sign up to keep in touch!

Se mi lasci la tua mail ti invierò comunicati stampa inerenti alla mia attività


Ovviamente puoi cancellarti quando lo ritieni opportuno