Scrivere per il web: la scelta del nome a dominio

Scrivere per il web: la scelta del nome a dominio

  • Blog
  • Letto 1256 volte

Uno dei primi passi da fare quando si vuole aprire un progetto web, che sia un blog o un portale di informazioni è la scelta del nome del dominio e del provider che ospiterà il nostro lavoro.

Il nome a dominio favorisce l’indicizzazione di un sito web? Come scegliere un nome di dominio?

Il mio primo consiglio è che il nome del dominio deve essere relativamente breve. I nomi brevi sono facili da ricordare e da battere al computer. Permettono inoltre una migliore visibilità su tutti i mezzi di comunicazione offline e online (dai banner web alle brochure cartacee). Un nome è efficace se composto da almeno una parola chiave. È fondamentale che il nome sia unico e non confondibile con altri domini (peggio ancora se nostri competitors). Scegliete inoltre un nome facilmente pronunciabile anche al telefono.

Quando si sceglie un nome di dominio per scopi SEO ci sono diversi fattori da esaminare. In genere i motori di ricerca tendono a dare peso alle parole chiave presenti all’interno del nome di dominio: ciò aumenta l’importanza della scelta di un buon nome. Evitate nomi a dominio composti da due keywords, oltretutto separate da trattino (-).

Il mio consiglio è di scegliere quindi un nome di dominio che rispecchi la realtà aziendale, che sia relativamente corto, facile da pronunciare e facilmente memorizzabile.

Meglio un dominio .it o .com o scegliamo nuovi domini disponibili?

Se il target è esclusivamente italiano, per cui scrivete in italiano, allora .it è la scelta giusta, in quanto Google imposta il target di destinazione del tuo sito agli utenti di lingua italiana, in modo predefinito. È importante tenere conto di questo aspetto, in quanto chi cerca in italiano preferirà sicuramente risultati in lingua italiana.

Negli ultimi anni c’è stato un boom di nuove estensioni di domini: .online, .wine, .tech, .bike, .car, .casa  ecc

Al momento secondo la mia opinione non conviene utilizzare questi domini. Nonostante siano molto attraenti in molti casi, puntare sul classico .com e .it ripaga sicuramente, anche perchè la maggior parte delle persone si aspetta, da per scontato che un sito finisca con .it o .com.

La rankability

Definiamo rankability la combinazione delle strategie SEO, branding e marketing. Consiste nella combinazione di due termini, uno generico, magari legato all'azienda, e un altro strategico, ossia una parola chiave importante (se non la più importante) per il settore e i servizi forniti. Questa combinazione racchiude un valore SEO intrinseco, perché consente di mantenere il proprio branding e migliorare il posizionamento per quella keyword nelle ricerche perché Google la utilizzerà nella propria classificazione. Esempi? SEObook, ComunicazioneVERA ecc

L’anzianità di un dominio incide sulla SEO?

Si è sempre pensato che l’anzianità di un sito web rappresenta un valore importante nel posizionamento nella SERP. Addirittura molto predicano che registrare un dominio per un lasso di tempo superiore a tre anni agevola l’indicizzazione. Ovviamente entrambi i concetti sono errati. Registrare un dominio fino al 2030 non implica che Google dia maggior peso ad esso, perchè Google non può prevedere che i contenuti pubblicati attualmente su un sito siano di ottima fattura e qualità anche nel 2030.

L’anzianità di un sito web ha la sua importanza per quanto riguarda la storia passata. Un sito web che tratta temi di viaggi, che abbia molti backlink e che pubblica costantemente contenuti di qualità di certo non potrà essere scalzato nella SERP da un blog neonato che offre argomenti simili.

L’IP influenza il posizionamento di un sito web?

Si, senza ombra di dubbio. Innanzitutto registrare un sito su un hosting lento influirà sull’indicizzazione del sito stesso. Utilizzare inoltre un IP condiviso potrebbe portare a diversi problemi. Supponiamo per esempio che il sito sieda su un dominio condiviso con altri siti web: l’IP sarebbe unico. Se sullo stesso IP sono presenti siti inseriti in black list (siti dannati) anche il nostro sito potrebbe subire penalizzazioni.

EMD Update

Un Exact Match Domanin (EMD) è un dominio che contiene esattamente a parola chiave principale che vogliano indicizzare in SERP. Poichè Google è sempre attento allo spam e alle tecniche ingannevoli di indicizzazione, un sito EMD di bassa qualità con contenuti non strettamente correlati alla keyword potrebbero essere addirittura penalizzati.

In definitiva, come registrare un nome a dominio per la SEO 2017:

  • limitare la registrazione di nomi con trattini
  • usare un dominio geolocalizzato (per esempio .it, .es)
  • evitare nomi che contengono più di 4 parole
  • utilizzare nomi composti da brand + una parola chiave
  • evitare, se possibile, nomi composti solo da parole chiave

Ho racchiuso questo articolo e molti altri in un ebook dal titolo . L'ebook spiega la sostanziale differenza tra la scrittura tradizionale e quella sul web e affronta le tematiche fondamentali per un buon posizionamento di un sito sul web. Per scaricare l'ebook clicca qui.

Contattami


contattami.png

Sign up to keep in touch!

Se mi lasci la tua mail ti invierò comunicati stampa inerenti alla mia attività


Ovviamente puoi cancellarti quando lo ritieni opportuno