Il mestiere delle PR online: le tante bufale e le poche verità di lavorare sul web

Il mestiere delle PR online: le tante bufale e le poche verità di lavorare sul web

  • Blog
  • Letto 2739 volte

Lavoro sul web e gestisco da anni le pubbliche relazioni online di diversi clienti. È un lavoro divertente, decisamente stancante e, se fatto bene, può dare diverse soddisfazioni. Ma nel corso della mia breve vita lavorativa ne ho sentite di cotte e di crude su questo mestiere; con questo articolo provo a sfatare alcuni miti e leggende.

Il sito web non serve più a niente BUFALA

Nel corso degli ultimi anni i social sono diventati molto più performanti di qualche anno fa. Su Facebook le pagine permettono un contatto diretto con l’azienda tramite chatbox, Twitter aumenta il numero di caratteri disponibili per attirare più utenti a se, Instagram raccoglie iscrizioni su iscrizioni specialmente tra i giovani utenti. Ma non dimentichiamoci che il sito è il biglietto da visita dell’azienda. Un utente cercherà il vostro brand PRIMA su Google e solo successivamente sui social

Tanti FAN (o FOLLOWER), tanto successo BUFALA

Scommettiamo che in 72 ore aumento il numero della mia fan page di almeno 10000 unità? Si? E poi io ce ci faccio con questi 10.000 fan che molto probabilmente (anzi, quasi sicuramente) non parlano la mia lingua e sono completamente fuori del mio target? Purtroppo esistono tanti sistemi per aumentare il numero di like su FB o di follower su Twitter o Instagram. Evitateli come la peste se non volete che i vostri profili siano peggio delle periferie romane il 15 agosto: DESERTE
Meglio avere pochi fan/follower ma che sono recettivi, che commentano, che condividono le vostre informazioni. Come si dice, pochi ma buoni!

Se sei una azienda devi presidiare tutti i social BUFALA

Ogni social ha un suo target di riferimento e un suo modus operandi. Se stare su tutti i social significa copiare incollare i post da un social all’altro, meglio evitare, che dite? E poi, siete davvero sicuri che una azienda che produce bulloni debba essere presente su YouTube? Boh forse qualcuno ci trova un nesso ma dovremmo un pochetto arrampicarci sugli specchi. Prima di aprire un profilo su un social network, pensate al piano editoriale che dovrete sostenere, che è la cosa più importante

Se sei un SMM (social media manager) devi presidiare tutti i social BUFALA

Qui magari mi sbaglio, ma io non ce la faccio a stare su tutti i social. Li ho provati quasi tutti, ma solo per curiosità. Poi vale il discorso di prima. Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram… mi sembra già più che sufficiente come presidio :)

Se ti apri un blog basta fare copia incolla di altri blogger BUFALA

Niente di più sbagliato. Google non è stupido e sa benissimo chi è la fonte e chi ha copiato. Se lo fai una volta poco male, se sei recidivo il tuo blog non verrà trovato neanche da nessuno.

Se sai scrivere bene il tuo sito sarà un successo BUFALA

Ne ho parlato in lungo in largo su questo blog tanto che ci ho scritto anche un ebook dal titolo Tecniche di scrittura e narrazione efficace. Saper scrivere è solo un punto di partenza per posizionare il tuo articolo sul web. Serve anche tanta tecnica altrimenti Google non ti apprezzerà.

Puoi lavorare da casa? Che bellezza! Fai come ti pare e piace BUFALA

Ragazzi, parliamoci chiaro, lavorare da casa può essere un vero e proprio incubo. Si, stai a casa, non devi spostarti per andare in ufficio ma non stacchi MAI! Io sono più contento quando devo andare in ufficio un paio di volte a settimana, almeno “perdo tempo” per le vie di Roma.

I pagamenti in visibilità sono il male MEZZA VERITA’

Credo che qui qualcuno stramazzerà a terra o gli verrà una sincope… ma io credo che tutti, specialmente all’inizio, abbiano lavorato gratis et amore dei per qualcuno. Beh io quella la chiamo visibilità, intesa però non come “fammi il sito che verrà visto da migliaia di persone” MA fammi il sito e se sei bravo ti darò migliaia di lavori. Spero di essere stato chiaro su questo punto

Bisogna stare sempre connessi? MEZZA VERITA’

Purtroppo è difficile immaginare di fare questo lavoro e pensare di avere i classici orari da ufficio. Non sarei onesto se dicessi una cosa del genere. Ma dopo qualche anno di esperienza posso dire che una vita pseudo normale e con relazioni umane vere è possibile, specialmente dopo le ore 20 :)

 

Contattami


contattami.png

Sign up to keep in touch!

Se mi lasci la tua mail ti invierò comunicati stampa inerenti alla mia attività


Ovviamente puoi cancellarti quando lo ritieni opportuno