Alcune regole per aumentare le vendite del vostro ecommerce

Alcune regole per aumentare le vendite del vostro ecommerce

  • Blog
  • Letto 890 volte

Chiudo il negozio e mi apro un ecommerce. Risparmio sull’affitto e il magazzino e il mio guadagno sarà tutto pulito. Diventerò ricco in pochi mesi. È questo più o meno quello che pensa il classico proprietario di un negozio. Che sia di mobili, cappelli o sedie impagliate il risultato non cambia. Via di corsa a disdire i contratti di affitto e benvenuto al sito ecommerce. Purtroppo però se dietro non c'è una corretta strategia di marketing il risultato può essere davvero scarso. Mi è già capitato di avere a che fare con imprenditori che, dopo aver investito soldi per la creazione di un ecommerce, si sono ritrovati con un bassissimo numero di prodotti venduti.

E allora cerchiamo di rispondere alla domanda: perchè il mio ecommerce non vende?

L’ecommerce ha pochi visitatori

Costruire un ecommerce è importante, ma se non si investono soldi nella sua promozione come potete pensare che un utente arrivi al vostro store on line?

L’ecommerce non è affidabile

Voi comprereste su un sito web non sicuro o da uno che non ha integrato PayPal? Io sinceramente no. E allora come potete pensare di vendere se non offrite al cliente servizi di reso, pagamenti sicuri con carta e moneta elettronica?

L’ecommerce non è competitivo

Amazon e Zalando solo due tra i maggiori colossi dell’ecommerce. E se ci pensate bene sono gli stessi competitor che avevate con un negozio fisico. A questi mostri sacri è difficile fare concorrenza, perdereste di sicuro.

E allora, abbiamo perso in partenza? Che senso ha aprire un ecommerce?

La risposta è molto semplice. Dipende da quanto volete investire, in termini di soldi e tempo, sul vostro progetto on line. Se pensate che basta aprire l’ecommerce per vedere il vostro portafogli crescere vi consiglio di rinunciare in partenza. Se invece avete voglia e tempo, i risultati potrebbero essere decisamente buoni.

Ecco qualche consiglio per aumentare le visite e le vendite sul vostro ecommerce

Fatevi conoscere

Aprite un blog parallelo al vostro ecommerce e che parla dei prodotti che vendete. Descriveteli, recensiteli, parlatene sul web. Il cliente apprezza queste forme di “cortesia”. Lavorate sulle immagini e pubblicatele sui social (Facebook e Instagram). Usate Twitter e WhatsApp per fare costumer care. Pubblicate giornalmente

Ottimizzate la SEO del vostro ecommerce

Molti visitatori arriveranno tramite Google. Ottimizzate quindi il codice html. Tenete sempre a mente che tag title, h1 e h2 sono le posizioni dove inserire le keyword più importanti, per permettere ai motori di ricerca di individuare velocemente il tema che state affrontando, o il prodotto/servizio che state proponendo sul vostro ecommerce.

Aumentate la competitività del vostro ecommerce

Azzerate i prezzi di spedizione, diminuite i tempi di spedizione, rispondete subito alle domande (lecite) dei vostri clienti.

Siate chiari sulle spedizioni, resi e rimborsi del vostro ecommerce

Reso gratuito, soddisfatti o rimborsati, ed elementi di questo tipo possono fare la differenza nella decisione di acquisto di un utente. Accertatevi che i visitatori del vostro sito possano vedere e capire facilmente le vostre politiche di garanzia di soddisfazione.

Le promozioni del vostro ecommerce

Aggiornate sempre i listini, create codici sconto e pubblicizzateli sui social, controllate sempre che non ci siano prodotti esauriti.

Contattami


contattami.png

Sign up to keep in touch!

Se mi lasci la tua mail ti invierò comunicati stampa inerenti alla mia attività


Ovviamente puoi cancellarti quando lo ritieni opportuno